Illustrator - Graphic designer

L’Orologio

L’eleganza del tratteggio a china dei disegni di Antonio Bonanno ci trasporta
in una specie di film muto dall’atmosfera vittoriana


È arrivato il circo in città! Trampolieri, nani, clown ed elefanti sfilano per le vie di Parigi… ma dov’è la donna cannone? Mentre in strada la vita ribolle tra giochi, strepiti e schiamazzi, nel silenzio del suo negozio un anziano orologiaio aspetta. E riflette. Tra pendole, orologi da taschino e cucù che nessuno reclama più, ma che lui aggiusta ugualmente per tenere vivo il battito dei loro proprietari, l’anziano artigiano medita sul tempo e sulle ore segnate da quei congegni. Sulle storie di vita che hanno scandito con le loro lancette, stretti al polso o appoggiati sul cuore di chi ora li ha abbandonati alla malinconia del suo negozio. Perso nei suoi pensieri, l’orologiaio nemmeno si rende conto che qualcuno lo sta chiamando dall’altro lato del bancone. È un nano del circo con un orologio da taschino da aggiustare. Felice di abbandonare il suo ozio forzato, l’orologiaio si mette al lavoro finché… all’improvviso dall’orologio esplode letteralmente la vita del suo proprietario, in un vortice (un tourbillon, come sembrava anticipare l’ossimorica insegna del negozio) di personaggi e componenti meccaniche che spalancano al mondo le porte del negozio. Ed ecco scorrere pagina dopo pagina uno spaccato di vita del nano, tra giocolerie sul monociclo, compagni del circo e tutta una serie di comparse che abbiamo già incontrato sulle pagine di Mustacchi e Coiffures: un grosso paio di baffi leonini in gabbia, un palombaro e diversi oggetti volanti, tra cui i delicati frutti del Taraxacum officinale. Pagina dopo pagina, inoltre, sembra germogliare sui pali della città un cartello “Missing”: la donna cannone è sparita! Spetta al nano, su un velivolo fatto di ingranaggi del suo orologio, andarla a cercare. Perché il tempo vola, e noi no. L’eleganza del tratteggio a china dei disegni di Antonio Bonanno ci trasporta in una specie di film muto dall’atmosfera vittoriana, dove l’esattezza della riproduzione e la cura del dettaglio fanno da contraltare a una narrazione per immagini surreale e poetica.


Titolo: L’Orologio
Pubblicato da: Logos edizioni
Pagine: 52
Brossura
Tecnica: tratteggio a china
Prezzo: 10€


  • orologio01
  • orologio02
  • orologio03
  • orologio04
  • orologio05
  • orologio06
  • libro